Cosa facciamo

immagine fedriani

 

Al CREAMCAFE si organizzano incontri (laboratori) che affrontano in modo più o meno diretto i temi connessi con i disturbi del cognitivismo e le sue molteplici ricadute sociali e familiari. In generale tutte le attività, dalla conversazione informale agli incontri più strutturati e specifici, tentano di preservare le facoltà cognitive vivendo in un ambiente inclusivo e sereno.

Il caffè si articola in tre grandi categorie di proposte

- la prima fa riferimento ad “attività o laboratori specifici” che sono rivolti essenzialmente ai caregiver. Si discutono temi quali le malattie che portano alle demenze, come interagire con il malato in presenza di disturbi cognitivi o comportamentali e come giungere alla comprensione del proprio vissuto rispetto alla malattia.

- la seconda si muove sulla scia dell’ipotesi scientifica che il mantenere una “riserva cognitiva”, possa essere in grado di ritardare la comparsa dei sintomi della demenza. I laboratori del CREAMCAFÉ vogliono, se possibile, aumentare la “riserva cognitiva” e propongono molte attività che chiamano in causa e richiedono un contributo, per quanto possibile, di ogni singolo frequentatore; tutti i laboratori cercano di favorire il richiamo di memorie passate e la formazione di nuove.

- la terza apre un’opportunità d’incontro tra i frequentatori del CREAMCAFE ed alcune persone che nella città si esprimono artisticamente e professionalmente elevando la crescita culturale di Genova. Verranno programmate conferenze, presentazioni, incontri tematici, proiezioni, dibattiti che, anche alla luce dell’esperienza pregressa di chi frequenta il CREAMCAFE, aiuteranno a rendere più vive le loro capacità percettive e cognitive.